Controllo dell'illuminazione, per una maggiore sicurezza, riducendo i costi e l'impatto ambientale

I dispositivi di controllo dell'illuminazione e i sistemi CCTV offrono prestazioni eccezionali nella lotta contro la criminalità, a tal punto che praticamente tutte le autorità locali consigliano di farvi ricorso per disincentivare furti e atti vandalici.

Purtroppo, però, per molti proprietari di abitazioni private e manager di aziende, uffici e luoghi pubblici, il controllo dell’illuminazione è un aspetto che viene spesso ignorato o trascurato, con una notevole riduzione dell’effetto deterrente degli impianti installati, un maggiore spreco di energia e costi di gestione decisamente più elevati.

Secondo Mark Tibbenham, amministratore delegato di GJD Manufacturing, azienda produttrice di sistemi di sicurezza con sede nel Lancashire, per molti l’illuminazione di sicurezza è ancora un optional utile per il barbecue o per parcheggiare l'auto nel vialetto di sera. Analizzando i motivi per cui molti utenti non riescono a sfruttare tutte le potenzialità dei sistemi di illuminazione, Mark ha sottolineato: “È un dato di fatto che il controllo dell’illuminazione viene considerato spesso e volentieri un aspetto marginale per l’installazione dei sistemi di sicurezza. Le conseguenze di un approccio simile sono immediatamente visibili in ogni ambiente di applicazione, dalle città alle campagne. Ad esempio, accade spesso che sensori non adeguatamente controllati ed erroneamente posizionati presso abitazioni private nella stessa strada si attivino uno dopo l'altro al passaggio dei veicoli, illuminando inutilmente tutta la zona. Senza dimenticare tutti gli uffici in cui l’energia elettrica è attiva 24 ore su 24, con uno spreco notevole e facilmente evitabile, quando invece il personale si trova raramente in ufficio fuori dall'orario di lavoro, e ancor meno nei fine settimana.

Il risultato è che ora il Regno Unito è la nazione europea con i cieli più illuminati dopo il tramonto. Questo spreco di energia ha un costo esorbitante e, naturalmente, un forte impatto negativo sull'ambiente, in contraddizione con le nostre aspettative”. Tibbenham ha quindi aggiunto: “Dal punto di vista della sicurezza, un’illuminazione discontinua e non controllata è un deterrente inefficace per criminali e malintenzionati e, anzi, secondo alcune scuole di pensiero li aiuta a individuare immediatamente i punti di accesso o altre zone vulnerabili durante le ore più buie. Questo, naturalmente, è in contraddizione con i requisiti necessari per un sistema di sicurezza dovrebbe, e va detto che avviene anche con una certa frequenza”.

Valutando le possibili soluzioni a questo problema, Tibbenham afferma: “Integrare un sofisticato sistema di controllo in tutti i dispositivi di sicurezza è un'operazione semplice e relativamente economica, con evidenti vantaggi a lungo termine e un notevole risparmio di denaro ed energia. La soluzione è l'installazione di un sistema di gestione dell’illuminazione di sicurezza intelligente e versatile all’interno dell'area protetta, ad esempio un dispositivo di segnalazione e controllo dell’illuminazione “DygiZone” di GJD. I moderni rilevatori, naturalmente, possono essere impostati per attivare contemporaneamente altre funzionalità di un sistema di sicurezza, per metterne a frutto tutti i vantaggi. I PIR da esterno a bassa tensione e resistenti alle intemperie, come i sensori D-TECT, Opal ed Elite di GJD, sono sicuramente tra i dispositivi più innovativi ed efficaci, flessibili ed economici disponibili sul mercato. Se viene rilevata la presenza di un intruso, questi dispositivi saranno in grado di attivare sistemi CCTV, registratori audio-visivi, sirene interne, indicatori visivi e luci, con una notevole versatilità che li rende adatti per applicazioni domestiche, commerciali o industriali”.

Tibbenham conclude: “Il controllo dell'illuminazione è essenziale per aumentare la sicurezza e ridurre drasticamente l’inquinamento luminoso e i consumi energetici, con un risparmio notevole. Un sistema così strutturato non presenta svantaggi, se non per i criminali. L'installazione di questo sistema è anche relativamente economica, e dunque l'opzione migliore è quella di valutare attentamente i dispositivi già installati per integrarli e mettere il nuovo sistema in condizione di funzionare a pieno regime ”.